Ondeggi con carezze per dimostrarmi affetto,

sempre sfogli con qualcosa di magico,

mi abbandono completamente

quando stiamo parlando, io volo,

da uno schianto di pace e di tranquillità,

confronto il tutto con il mondo in cui vivo,

niente possiede la tua preziosità!!

Averti vicina è dolcissimo,

è divino tenerti saldata fra le braccia,

sarà amore sarà affetto,

questo amore incondizionato

che parla con gli occhi,

forse sono troppo ossessivo,

chiedendoti troppo spesso di incontrarci,

 sei l’unica ragione per vivere

 io devo impegnarmi a farmi spazio,

  ma tu dovrai insegnarmi a convivere

 con il tuo cuore!!

 

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Tonino Fadda  

Questo autore ha pubblicato 207 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Stranezze improvvise,

improvviso acquazzone.

Piove fanghiglia

cuore sporco d'odio.

Non odiare,

osserva il sole

splende sempre,

non oscurarlo

col tuo astio.

Vivi ancora,

so che vivi

divertendoti con lei.

Ci sarà sempre una lei

non puoi stare solo,

la solitudine è dei perdenti

e tu non lo sei.

Vivi, vivi adesso,

domani, forse è tardi,

c'è sempre un altro giorno

per chi ama,

per chi odia

c'è solo oscurità.

Strappa quel velo di malinconia,

permetti al sole di scaldare

quel cuore freddo come i tuoi occhi

che fanno finta di non vedere.

Lascia che il mare e la brezza

ti facciano riprovare quei brividi

che pensi d'aver perduto,

lascia che la tua mente

ritrovi la felicità,

è accanto a te

afferrala al volo

sarai felice

e amato dall'amore.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: genoveffa frau*   Sostenitrice del Club Poetico dal 20-07-2021

Questo autore ha pubblicato 321 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Non prima dell’avvento del tramonto,
nell’ora della calma stesa all’ombra
dovrai trovarti al porto dei vent'anni
al molo del tuo primo pesce all’amo.

Di fronte al tuo naviglio, quello rosso,
seduto sull’antica bitta nera,
vedrai un volto che ti è molto caro.
Verrà a svelarti un piccolo segreto.

Così parlò la mia amica fata
che si eclissò tra rare nubi in cielo
nell’alba tra i colori sempre nuovi.
Da sempre Delia appare e se ne va.

All’ora convenuta vidi Peppe,
gli occhi neri di tanti anni fa,
le mani resistenti ancora ai calli,
i piedi nudi per sentir la terra.

Ti dico come far tornar la voglia
di prendere la canna per pescare,
pretesto sano a cui tocca obbedire
per metterti al cospetto del tuo mare.

Ricordi quella volta quando insieme
venimmo qui per dare da mangiare
a spigole ritrose ad abboccare?
Eppur restammo fino a notte piena!

Un po’ ci conoscemmo meglio e poi
ci consegnammo all’introspezione.
Nel cuore mio rimbomba adesso l’eco:
“Eppur restammo fino a notte piena!”

Così parlò quel caro amico Peppe
e subito svanì rapidamente
tra i color cangianti di un tramonto
e quel riflesso in acqua fu un incanto.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aurelio Zucchi*   Sostenitore del Club Poetico dal 04-03-2020

Questo autore ha pubblicato 425 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Sono partito con una valigia di cartone,

macchiata di colla e quasi tutta graffiata,

dentro c’era un formaggio, una pagnotta,

una bottiglia di vino ed un’altra d’acqua.


L’ho presa soltanto per non mortificare

i genitori, non m’avrebbero fatto andare,

i loro occhi erano lucidi, pieni di lacrime,

con grande fatica mi son dovuto staccare.


La valigia era pesante e poco la reggevo,

per non scontentarli, altro non potevo fare,

mi sarebbe bastata solamente la chitarra,

comodamente a tracolla, niente pesava.


I veri bagagli li portavo in testa,

insieme a tanti sogni da realizzare,

l’ambizione, l’onore e la gloria,

erano mio bersaglio da non mancare.


Di tempo, da allora, tanto ne è passato

e tante sono state le cose realizzate,

la valigia di cartone ora è di vera pelle,

ma quella vecchia non l’ho mai buttata.


Ora però, bisogna tirare le somme,

sempre mi chiedo: soddisfatto o no?

Di sogni, quanti ne ho realizzati?

Chi s’accontenta gode, chi no, crepa!

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Giò For  

Questo autore ha pubblicato 100 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Chelazione » Blog Archive La Colomba Bianca - Chelazione

Un anno fa

era tutto come adesso

le prime rose

iniziavano a sbocciare

il sole aspettava nascosto

quel tepore

per assopir le viole

ed il vento

addormentava le nuvole

per poi farle disperdere nel cielo.

Come un anno fa

piangevi di dolore

la tua più bella nuvola è sparita

lasciandoti da sola nella vita

lei con il vento s’è assopita

e con il sole s’è nascosta

in qualche angolo di cielo

a curar le tue ferite.

Come un anno fa

pareva tutto come adesso.

Questa è la vita.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: RAFFAELLO CONCA*   Sostenitore del Club Poetico dal 30-04-2019

Questo autore ha pubblicato 692 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
C'e nel buio
sarà per quelle stelle,
una moltitudine di luci  
sarà per qullo spicchio in solitudine
che ha volontà di riempirsi e di svuotarsi

sarà per il  bello di chiudere le ventiquattro ore  in una scatola   
e di ascoltare il nulla
sarà per la sonnolenza di un battito di ciglia    
a dissolvere lo scricchiolio di quella falena
che ai vetri
turbina capriole
e poi scompare
a filare di seta la notte
a disperdere in un battito d'ali
il mondo . 
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 856 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Non sapevo cosa volesse dire ridere di cuore,

ero così entusiasta nel leggere il tuo cuore

con unico potere distribuire amore

senza sosta, riempirne ogni spazio

del mio cuore dove soltanto ieri

regnava l’assoluto silenzio!!

Hai tanto amore che controlla la mia tranquillità,

hai cancellato ogni attimo che faceva

 soffrire semplicemente

con la dolcezza della tua voce

hai portato il mio cuore al parco

gentile con quegli occhi di cielo,

sei riuscita a farle abbassare i finestrini,

all’interno si parlava un’altra lingua,

neanche lui riusciva a distinguerne

 le parole, se poi è rimasto un’ora

da solo a parlare con te,

sento sta cambiando idea, e ritornerà a casa!!

 

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Tonino Fadda  

Questo autore ha pubblicato 207 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Fiori d'Acciaio fragili e inermi,

troppo piccoli per capire,

troppo grandi per dimenticare,

vagano smarriti su strade deserte,

feriti nel corpo, violati nell'anima,

strappati con rabbia dal grembo materno,

mandati nel baratro di un avito inferno.

Li senti piangere di un pianto lontano

nel silenzio assordante di coscienze silenti,

li vedi camminare tra bombe e macerie

in un mondo malato di odio e rancore.

Avanzano avvolti nel loro dolore,

sporchi nel viso e la morte nel cuore.

Aride gocce di calda rugiada

ne solcano lievi i petali rosa,

un candido alone di luce soffusa

ne ammanta gli steli, ridente e radiosa.

Sembrano angeli caduti dal cielo,

eroi senza gloria e senza valore

germogli iridati di una terra impietosa,

semi di speranza di un mondo migliore.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Antonio Franzé  

Questo autore ha pubblicato 12 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Certe canzoni
vanno ascoltate
con gli acuti del cuore,
per sprofondare
in quelle emozioni
che evocano chi
l'anima ti ha fatto toccare
il cielo stellato,
e chi il cuore
l'ha reso prigioniero
per legarlo a sé
affinché
non lo scordasse mai
nei fondali dell'incuranza!
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Laura Lapietra  

Questo autore ha pubblicato 157 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sono senz'altro canzoni
Le note
di questo pettirosso
che sull'ali di primavere
sono lire e chitarre
dal popolo
in basso cantate
ma più canzoni e più alte
di quelle basse
sono le poesie
e son io che canto
alle Pleiadi
chiedendo:
Voi forse siete nuove?

In questa notte
che si è accompagnata
dal canto del pettirosso
in questa sera
ormai si sentono lontani
bramiti che si effondono
nel vento in gran numero;
odorano di schiuma e muschio.
I pargoli dell'asilo
corrono senza pensieri
nel vento in gran numero -
parole e cipressi
monti e freschezza.

E' la poesia il canto
che l'anima eleva.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Fone  

Questo autore ha pubblicato 65 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Là nel campo silenzioso
un mattino un po' nebbioso
con amore ho seminato
quel che il cuore mio ha sperato

Ho sentito sempre dire
che chi semina raccoglie
cerco i frutti tra le foglie
ma trovando solo spine
ho temuto già la fine

Non di rovi attorcigliati
erano i semi da me piantati
ma di dolci frutti succosi
e di arbusti rigogliosi

In che cosa avrò mancato
io inesperta contadina
ritornavo ogni mattina
a innaffiare e concimare
non pensavo di sbagliare!

Ma guardando un poco meglio
ora vedo chiaramente
sta spuntando dolcemente
una piccola piantina
è una quercia ancor bambina?

Sotto una quercia da bimba giocavo
e con la mente ovunque viaggiavo
chissà da quanto era lì quel maestoso
antico albero dal tronco poderoso

Possa il mio albero domani vedere
un mondo nuovo pacifico e bello
fornir coi suoi rami riposo a ogni uccello
e nuovi bimbi a giocare festosi
in mezzo a fiori meravigliosi

Cresci piantina
tu sei il mio futuro
sei la speranza di un mondo più puro
sei il frutto amato e tanto sudato 
di tutto l'amore che in vita io ho dato
 
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: poetessalibera  

Questo autore ha pubblicato 56 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Tu che sei vita della mia stessa vita,

e anima della mia stessa anima,

la meraviglia dei miei sogni, 

la gioia celeste che non si riesce a contenere 

l’alba deliziosa che coinvolge,

e che attraversa in beneficenza

 un risveglio con tutta la strada davanti!! 

Amami nel nome dell’amore,

per la gran fatica che abbraccio ogni giorno,

nell’uscire di casa, per trascorrere

una immensa giornata in mezzo alla tormenta,

e incontrando ad ogni angolo l’angoscia,

quando si sta così di un bene,

al calduccio, dal rosa dell’alba

fra le tue braccia, amami e spiegami,

come il cielo distribuisce i suoi doni!!

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Tonino Fadda  

Questo autore ha pubblicato 207 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Operosi uomini sin dal primo mattino,
si muovon con casco e fare repentino,
un puzzle in ferro stan per realizzare,
tutto il palazzo dovran ristrutturare.

Ben coordinati collaborano tra loro,
rispettosi delle norme sul luogo di lavoro,
dan vita ad una geometrica impalcatura,
che nascande del palazzo ogni bruttura.

Dal tempo l'edificio è stato logorato,
l'alternarsi delle stagioni lo ha segnato,
ora il momento di un restyling è arrivato,
dalle terrazze i fiori hanno già levato.

Anch'io vorrei un ponteggio su di me innalzare,
che i segni del tempo potesse eliminare,
ma purtroppo questo possibil non è,
bisogna accontentarsi di quel che si è.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Stornello Meneghino  

Questo autore ha pubblicato 199 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Mi sono innamorato perché mi piaci,

come sei, e mi interessa scoprire

la felicità che contieni nel cuore,

e vorrei che i miei figli nascessero da te,

ti adoro perché mi piaci come sei,

è troppo bello volerti bene,

e mi piacerebbe in particolare,

che anche il tuo amore sia rivolto a me!!

Mi sono innamorato di te,

 ancora prima di incontrarti,

essere innamorato di te significa,

che giorno dopo giorno voglio scoprire,

tutte le cose che possono renderti felice,

ecco solo questo mi interessa,

la tua felicità, in modo che splenda al massimo

il tuo splendore, a me basterà

il necessario per saper comunicare

con il tuo cuore!!

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Tonino Fadda  

Questo autore ha pubblicato 207 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Non voglio complicarmi la vita

in questioni che non mi appartengono.

Ho chiuso un capitolo della mia vita

in cui mi sono ritrovata per puro sbaglio.

Non voglio addossarmi colpe non mie

ognuno ha il suo libro già scritto

e non possiamo riscriverlo a modo nostro

cambiando il finale, dobbiamo adeguarci

continuando a sfogliarlo giorno per giorno.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: genoveffa frau*   Sostenitrice del Club Poetico dal 20-07-2021

Questo autore ha pubblicato 321 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.