Il profumo della tua pelle è sale tra le mie labbra

schiuma di mare è ciò che resta in un pugno chiuso

del tuo cuore rimembro un vuoto ticchettio metallico e 

ruggine.

Sabbia e salsedine a sigillar 

di noi.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Amalia  

Questo autore ha pubblicato 44 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
In un cielo più blu
si distende la stagione

sarà più clemente?

... e mentre
sbocciano le rose
da dietro i biancori
nel silenzio
di tante ingiuste morti
anche le ombre
smemorano
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Carmine Ianniello  

Questo autore ha pubblicato 122 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Un mare calmo che s’agita con un alito di vento,

ecco, questo son io in questo momento.

Sentir notizie disastrose in ogni occasione,

fa di me una carica esplosiva che se la tocchi esplode.

Nel turbine d’un periodo sì lungo e deprimente,

mi son trovato recluso come anche tanta altra gente,

la quale rassegnata a questa vita tra quattro mura chiusa

inizia ad imprecar con frasi che da tempo ormai non usa.

Dai colpa alla pandemia, dai colpa a politici stolti,

fatto è che sia l’un che l’altri la libertà e l’ottimismo ci han tolti.

Crediamo in Dio, questo è ciò che ci consola,

la nostra vita grama senza rivincita rimane sola sola,

ma grazie al Creator, sempre dalla nostra parte,

siam paghi d’ogni consolazione e protezione ad arte.

Or che finisce quest’emergenza  maledetta,

mi sento di dover dir, ma non così in fretta,

che piano piano, a breve i vaccinati,

non conoscendo le orme di questa via che ci ha lacerati,

dovranno ripensar, come le cavie fanno,

sarà una vittoria per tutti, o solo un danno?
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Maurizio Vecchi*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 31-12-2011

Questo autore ha pubblicato 65 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Aiuola di fiori,
assoluta regina la margherita
elegante e squisita,
niente spazio per altre piante.

Poi c'è lei, l'ortica
che nasce ovunque e trova sempre morte,
toccala e lei ti attacca,
loro vogliono farla fuori.

Nessuno la vuole,
ci tenta qualche vecchio nel suo infuso
ma passan due sorsi ed è già deluso.
Questa è la storia di una pianta,

la pianta uccisa ingiustamente,
pianta martire diventa santa,
rinasce ignara muore per niente,
raccontar la storia quanto duole.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Carlo Toffini  

Questo autore ha pubblicato 3 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Non è vivere l'immobilità,
ed è un lento morire
star fermi li,
come bambole rotte.
Con un filo di respiro
così che nessuno senta,
nessuno veda..
E la nostra assenza sia più invisibile
del nulla.
Non e vivere restare immoti
spettatori,
col tempo che ci sfugge tra le dita
e niente di noi resta
a dichiarare la nostra esistenza.
Questa paura di vivere,
questo terrore, come un feroce male
ci rende inutili.
Mentre fuori il mondo ci aspetta
e getta ponti ai nostri piedi.
Basterebbe un passo,per iniziare,
un solo coraggioso passo
verso la vita.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Marina Lolli  

Questo autore ha pubblicato 113 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Fluttua il pensiero
come il mio sangue.
Pulsa prigioniero
in un corpo affamato
dai tanti perché,
in un tempo senza risposte
perché risposta non c’è.
E si frantuma anche il ricordo
d’un tempo che forse ho vissuto,
o forse è una storia
che non voglio scordare.
Mentre continua a scorrere il sangue
come un fiume che cerca la foce,
la mia tremula voce scompare
da un tempo che non voglio abitare.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: genoveffa frau  

Questo autore ha pubblicato 146 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Nel bugigattolo ottuso

con altera destrezza defluisce

in crescente disfacimento

un millantato pensiero.

E' disadorno fregio

d'un caparbio giullare.

in asettici momenti

d'inopportuna esaltazione.

Semina

tortuosi e infantili esempi

d' inesorabili fallimenti

trasmutandoli in successi.

Nel progredir d'esordio

il profano palesa

audacia promiscua

in rilevanti eccessi.  

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: genoveffa frau  

Questo autore ha pubblicato 146 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Un po di leggerezza nell'anima – Notizie Cristiane

Il vento ti accarezza il cuore
ma a volte puo' fare male
è un soffio in una mano
che non riesci a controllare
e le parole fa dissolvere nell'aria.
Il vento dentro l'anima
il cielo chiuso in una stanza
un ombra che ti avvolge
tra tanta indifferenza
e non importa stare male
sei solamente leggerezza
facile da trasportare
difficile da sopportare.
Il vento cancella tutto
anche le cose belle
e fa dimenticare
non sei mai esistito
sei una vita mai vissuta.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: RAFFAELLO CONCA*   Sostenitore del Club Poetico dal 30-04-2019

Questo autore ha pubblicato 683 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
C'è un dolce fatto di cemento,
al parcheggio selvaggio fa ammonimento,
lo vedi lì tutto solo solingo,
se non ci fosse con il parcheggio sarebbe bingo.

Giallo è spesso il suo colore,
quando lo vedi è un colpo al cuore,
già immagini sistemata la tua autovettura,
ma vedendolo ti accorgi della fregatura.

Per avere il nome di un dolce è un pò amaro,
e a dispensar soluzioni è molto avaro,
alla fine però provi un certo affetto,
per quel panettone sol soletto.

Lui è li attento alla mala gente,
che crede di esser più intelligente,
impassibile vieta agli automobilisti coglioni,
di ostacolare il passaggio ai poveri pedoni.

Tuttavia nessun riconoscimento riesce ad avere,
seppur sempre lì immobile a far il suo dovere,
Se potesse parlare avrebbe forse tanti sogni,
primo tra tutti che almeno i cani non gli facciano su i bisogni.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Stornello Meneghino  

Questo autore ha pubblicato 45 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Una strage senza senso che spezza in un attimo le vite di intere famiglie.


Domenica andremo sul lago Maggiore,
della settimana allevieremo un po' l'ardore,
Stresa è una bella cittadina,
partiremo presto la mattina.

I bambini sono contenti dell'idea mia,
prima un giro in barca e poi in funivia,
il lago ha un fascino particolare,
ci torno spesso quando mi voglio rilassare.

Scarpe comode e a camminare dedizione,
oggi saliremo in cima al Mottarone,
prima però l'ultima passeggiata,
e poi con la cabinovia inizieremo la scalata.

Tutti a bordo saliamo finalmente,
con noi c'è tanta altra gente,
appaiono tutti sereni e divertiti,
fanno selfie per nulla intimoriti.

La cabina il suo percorso ha già iniziato,
il panorama è davvero mozzafiato,
ad un certo punto un rumore non ben identificato,
son tranquillo qui sarà tutto certificato.

No aspetta, questo non faceva parte del programma,
stringiti forte ora tra me e la mamma!
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Stornello Meneghino  

Questo autore ha pubblicato 45 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.



Il mondo di Mary Antony: Cesare Marchesini - Arte Naif - Paesaggio toscano



Immagini fluenti ad incantar lo sguardo,

 minuzie a voluminizzar ambienti,

arte fiabesca a spennellar con gran lievezza.

Naif di prati valli e monti,

paesaggi in candido tepore,

fiori dai profumi sopraffini,

e giganti girasoli..

Naif ad arte stilizzata,

semplice stesura eppur amata.

Fiabe e fantasia in allegria,

angoli sereni e disinvolti,

un sogno ed un altro a girotondo

mentre la tela di beltà s'ammanta.











Adele Vincenti

15 Maggio 2021

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Adele Vincenti*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 13-01-2021

Questo autore ha pubblicato 85 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Invisibile tra tanti
mille foto mille volti
ma mai il tuo,
eppure sei lì con loro
ridi scherzi, parli.
Ma per uno strano
Incomprensibile motivo
in quelle foto tu non ci sei.
Come in uno di quei film
d'avanguardia,
tu sei lì ma non esisti,
e ogni ricordo di te diventa
evanescente, impalpabile.
Tra sorrisi e abbracci
Tu sai che c'eri
ma nessuno ti ha ricordata.
The end.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Marina Lolli  

Questo autore ha pubblicato 113 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Ho paura di amare troppo, 
dopo amori sbagliati, 
ma tu, piccola creatura,
tortorella caduta ai miei piedi, 
sarai un amore diverso. 

Amare ed aiutare 
esseri viventi in difficoltà,
sarà un percorso
nuovo ed irto di ostacoli, 
ma per chi crede, 
tutto il creato è importante, 
unico...
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Grazia Savonelli*   Sostenitrice del Club Poetico dal 08-02-2021

Questo autore ha pubblicato 241 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Che fai, nuvola sola?

Te ne stai lì in mezzo al blu

Come una triste bagnarola

Nelle acque di lassù

Come un' isola sul mare

Senza un arcipelago

E sei sempre impassibile al vento

Non sei stanca dell'eco del cielo?

Di questo sole che si muove così lento

In questo inverno pien di gelo

Degli alianti che ti passano accanto

E degli uccelli, che a vedere

Dalla mia finestra

Aperta ad areare

Sembrano così vicini

Ma anche così lontani

Troppo rapidi per fargli una foto

E ora, da che sembravi grande

Muori sopra queste lande

Gonfia e pronta ad espanderti

sembravi voler conquistare il cielo

Ma ora comincio a perderti

Ti dissolvi, pezzi di te se ne vanno

Perché in fondo sei solo aria

Vapore di acqua bianca

Pallida, languida e stanca

Una mortale materia

Sembri cotone o lana di pecora

Ma non sei così solida

Ecco, sei sottile sempre più

Tra poco te ne andrai

Nel ricordo del sempre

Dissolta in aria che io respirerò

Permea nei giorni che dimenticherò

Addio, nuvola. Mi mancherai

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Ealain  

Questo autore ha pubblicato 9 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Si trova in tutte le abitazioni,
di poveri, ricchi, servi e padroni,
spesso si compra in formato convenienza,
per timore di rimanere all'improvviso senza.

Ha due o più veli di morbidezza,
evitare lo spreco è indice di saggezza,
giorno dopo giorno arriva a conclusione,
e occorre monitorarlo per evitare qualsivoglia imprecazione.

Ovviamente non entro nel merito della funzione,
non sarebbe indice di buona educazione,
ma un monito a tutti lo voglio fare,
è che la carta non si deve sprecare.

Un rotolo è come un conto corrente,
se finisce dovrai chiedere aiuto ad altra gente,
quindi mi raccomando: l'attenzione mai si perda,
per evitare di ritrovarsi nella merda.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Stornello Meneghino  

Questo autore ha pubblicato 45 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.