Giochi nella notte e vendi il tuo  amore

Per Comprare quel veleno che si chiama droga.

Sei madre di due figli e dai a loro l’amore,

l’amore che ti è mancato in età minore.

Che tu ai sempre cercato, in quel tuo amico uomo.                                          

Che ti riempiva di cose e promesse favolose     

Ma una sera di primavera, in giro col tuo campione ,

ti mise seminuda, sotto a un lampione.

Sei diventata donna, la donna dei motori.

Tu capivi gli altri dandogli il tuo amore,         

a volte ti fermavi e gli chiedevi il nome.       

Mentre il tuo lo cambiavi a secondo dell’umore.

Ma tu dovevi sorridere e vendere l’amore.

Scherzavi e sorridevi, all’uomo col motore .

Che diventava sempre più esigente col passare delle ore.

Ritornavi a casa con l’anima al demonio

Donavi i tuoi soldi all’uomo  protettore

Che diventava ricco, non conoscendo amore

Lavavi quello sporco dell’uomo col motore

Che ti sputava fango col passare delle ore

Ma tu dovevi sorridere e dire ciao amore  

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: nicodemo Vetere  

Questo autore ha pubblicato 24 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.