Silenzio tra i cipressi che delimitano i viali.

Pie donne che rispettano il silenzio dei cipressi

Che ogni tanto il vento muove

Facendoli assomigliare a giganti buoni.

Un saluto appena con gli occhi tra due persone

E un sorriso con una lacrima dolce di ricordi

Sul volto di una donna con un mazzo di fiori

In ginocchio un uomo, tra un bacio con la mano

 e una carezza,  pulisce col fazzoletto la foto

Di una donna, forse nel ricordo di un amore

Ancora acceso o nel ricordo di un parente

Dove il dolore è ancora presente.

Per terra un fiore  portato via dal vento

E un lumino spento.

Quel vento che si perde tra i cipressi che

Sembrano dire, nei cimiteri,  parliamo solo

Noi,  voi, parlate con il silenzio  

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: nicodemo Vetere  

Questo autore ha pubblicato 24 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.