Sono stanca, tanto stanca.
Stanca di essere forte,
stanca di mostrarmi allegra,
stanca di sorridere.

Mentre costruivo un’illusione,
c’era chi fabbricava un incubo.

Io creavo un castello,
reale,
sereno,
felice,
favoloso;
chi invece,
edificava una singola torre,
anch’essa reale,
ma nascosta,
terrificante.

Sono stanca, molto stanca.
Stanca di guardare avanti,
stanca di presentarmi pacata,
stanca di ridere.

Mi ritrovo sulla torre.
Sono stanca, troppo stanca.

E ora,
voglio solo lasciarmi andare,
portata dal vento,
in un fossato
che non volevo,
ma a me destinato.

Almeno lì,
forse,
sarò allegra,
sarò sorridente...
e mai più stanca!
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Veronica Bruno  

Questo autore ha pubblicato 258 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Ibla
# Ibla 11-07-2021 12:32
Molto pessimista, ma spero sia solo un momento passeggero.
Forza con la vita!
Un caro saluto da Ibla.
Veronica Bruno
# Veronica Bruno 12-07-2021 13:00
Penso che tutti abbiamo bisogno a volte di fermare il tempo frenetico in cui la vita ci coinvolge spesso per riposare, riflettere e rallentando i ritmi poter godere di momenti prettamente sereni e divertenti. Questo è il significato principale di questi versi.
Buona giornata Ibla. :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.