Dammi una fune
per legare al palo
il passato ed il futuro,
stretti stretti fino a imprigionarli.

Farò infiniti giri attorno,
finalmente sveglio,
e aspetterò le piogge pulenti
coprendo solo amori e sogni.

Di qua terrò questi miei giorni
ancora in piedi e quasi orme.
Ne coglierò le ore eccellenti
e le custodirò nel retro dei miei anni.

Se non succederà,
allora dammi una lama
che sciolga e punisca
la mia smania di vivere.


1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aurelio Zucchi*   Sostenitore del Club Poetico dal 04-03-2020

Questo autore ha pubblicato 435 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Caterina Morabito*
+1 # Caterina Morabito* 30-05-2020 22:09
Versi densi di nostalgia . Un saluto .
poesie profonde*
+1 # poesie profonde* 31-05-2020 06:08
Trovo che hai una buona penna. Complimenti di cuore. Un carissimo saluto
sasha
+1 # sasha 31-05-2020 11:47
Quanto mi piace, quel "quasi orme"...
Grace D
+1 # Grace D 31-05-2020 21:40
Splendide come sempre le tue poesie. Complimenti e un caro saluto Aurelio!
Aurelio Zucchi*
+1 # Aurelio Zucchi* 01-06-2020 19:02
Grazie per le letture e i commenti.
Ciao a tutti!
Aurelio
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 02-06-2020 16:39
La smania di vivere la chiusa dice tutto, le tue poesie danno sempre qualcosa di importante, grazie.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.