Com'era bello attendere la notte
raccolti nell'abbraccio della sera
col mar che la promessa manteneva
di non distrarci quando andava in scena
un bacio dopo l’altro ed altro ancora.

Com'era mite l’aria della baia
cromata dai riflessi della luna
col vento corso dietro la collina
a starsene lontano dall'alcova
per non alzare sabbia sulla duna.

Per noi fu alba, prima che sorgesse.
 
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aurelio Zucchi*   Sostenitore del Club Poetico dal 04-03-2020

Questo autore ha pubblicato 435 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Marinella Brandinali
+1 # Marinella Brandinali 23-06-2018 12:41
Bellissima ho visto ogni istante grazie Aurelio un saluto
Aurelio Zucchi*
+1 # Aurelio Zucchi* 24-06-2018 11:43
Sempre gentilissima, grazie, ciao!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.