Ho amato il gesto del fiore
quando vince il cemento
e dell’amore, che nasce dove vuole
Ho scelto la forma del silenzio
dietro il fragore
la coscienza dello specchio
dal fondo scheggiato
 
Richiami invisibili mi fanno
sguardo e memoria
vivo nomade nella fortezza
e ho chiuso a chiave l’incanto
 
Mi scrivo lettere d'analisi
-interiore?-
per leggermi chissà come
Poi arriva un rintocco
- il tempo -
e colpisce di più
 
Lo sforzo di stare in bilico
su un foglio senza righe
non ha contrappesi
 
 
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Rita Stanzione*   Sostenitrice del Club Poetico dal 18-07-2015

Questo autore ha pubblicato 746 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Brigida Liparoti
# Brigida Liparoti 10-11-2012 15:33
Hai dipinto con accenni intrisi di profondità le emozioni ed i gesti... Che bella! :-)
Rita Stanzione*
+1 # Rita Stanzione* 11-11-2012 01:46
grazie, Brigida
Francesco Losito
+1 # Francesco Losito 11-11-2012 18:36
Un galleggiare poetico!
Rita Stanzione*
# Rita Stanzione* 13-11-2012 00:09
grazie, Francesco!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.