Solitaria eri mentre cercavi

di mandare in frantumi il vetro

di questa distanza incapace ed inetta

solo tu e la tua forza disperata

potevate scardinare le porte

di un dolore sparso come il sale

su ferite lacere che non hanno voglia

di rimarginarsi

solo la voglia del ricordo

fattosi esso stesso tormento

che tu hai così a lungo preservato

curerà questa cancrena di un tempo

sordo al sentimento.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Enrico Barigazzi  

Questo autore ha pubblicato 120 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Giò*
# Giò* 17-07-2021 23:10
Trovo i tuoi verdi dolci e struggenti al contempo. Molto piaciuta e sentita.
Ciao... ^•^

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.