Dietro la maschera di quiete estiva

che accompagnava il mio percorso

avevo paura di perdere i miei passi

nel suono delle cicale amico dei miei pensieri

nei quali tu difficilmente ti orientavi

c’erano solo gli alberi di un viale

ai lati della nostra iniziazione

nata dall’ispirazione di un paesaggio

apparentemente sempre uguale

in realtà coltivato con i piccoli semi

del cambiamento

sparsi dappertutto

notati solo dagli occhi più acuti

e gentili.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Enrico Barigazzi  

Questo autore ha pubblicato 146 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Ibla
# Ibla 24-07-2022 11:34
Molto bella!
Vera poesia che scorre in questi versi.
Un saluto da Ibla.
Fone
# Fone 25-07-2022 16:48
Una chiamata avvenuta in un contesto ameno. E' senz'altro una nuova vita più ricca che vuole superare se stessa nel donarsi e nel notare quei fiori e quelle gioie. Quindi senz'altro amore.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.