Camminavi sulla neve sfiorandola appena

cantavi versi che ricordavano l’estate

appena il vento freddo ti abbracciava

andavamo per sentieri dove solo

gli alberi guardavano la nostra libertà

stupiti di vedere il loro spazio violato

uniti da un segreto nascosto facemmo il nostro patto

con il bosco dove eravamo fuggiaschi

da un mondo che non era più nostro

soli ai margini diventavamo più forti

mano a mano i nostri dolorosi passi

procedevano verso il felice eremo

camminavi sulla neve sfiorandola appena

cantavi i versi dell’abbandono

di un presente troppo stretto per viverci.       

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Enrico Barigazzi  

Questo autore ha pubblicato 142 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.