Regalami un tramonto 
e profili all’orizzonte

ché sia accolto nel suo palmo
senza ostacoli di nubi e venti

- o splendore di rosso vermiglio

ma soltanto cobalto e carezze
a risentire calma dentro

... una coccola di Cielo
finché burrasca passi

e cheta si trasformi
in Pace

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: sasha  

Questo autore ha pubblicato 231 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Catilina
+1 # Catilina 23-07-2023 18:09
bella... si traghetta nel cosmo circumnavigando tra colori, silenzi e sensazioni dall'andamento onirico e divinatorio... splendido il distico dell'incipit dove senbra quasi poter toccare con mano quei profili all'orizzonte.. . di classe quell'accoglien za "senza ostacoli di nubi e venti"... saluti...
sasha
+1 # sasha 24-07-2023 13:48
Grazie Cati... wow... il tuo tocco è inimitabile!!!
Pensa che questi versi risalgono al 2010... molto tempo prima che imparassi a volare!
Simone*
+1 # Simone* 23-07-2023 20:22
che cheta si trasformi in pace...
straordinario verso Sasha
di questa poesia che auspica a toni forse più lievi...
Bella...un salutone
sasha
# sasha 24-07-2023 13:49
... e la pace sia anche con te :)
GRAZIE SIMO :)
Lilith50
+1 # Lilith50 24-07-2023 07:50
Sono versi davvero notevoli. Invidio quello spazio tra le nuvole che ti accoglie nel suo palmo. Tu davvero sai volare!
sasha
# sasha 24-07-2023 13:52
Grazie Lili... c'è posto anche per te...
(se vieni a trovarmi... ti mostro il mondo visto da quassù... e poi, ti faccio fare il biglietto di ritorno! è presto!!!) :-)
Lilith50
+1 # Lilith50 24-07-2023 14:21
Beh! A parte che il biglietto di ritorno, anni fa, l’ho rubato, mi hanno detto che se non adempio al mio compito loro non mi vogliono. L’ultima volta, il 24 aprile, ho portato un po’ di scompiglio perché non erano preparati. “Che ci fa di nuovo qua questa?”, l’ho sentito proprio bene, ahahahah!
sunshine
+1 # sunshine 24-07-2023 11:54
Bella :-)
sasha
# sasha 24-07-2023 13:53
grazie sun ;-)
Marinella Brandinali
+1 # Marinella Brandinali 24-07-2023 14:29
Piaciuta, un saluto
sasha
# sasha 25-07-2023 15:22
... a te!
Ibla
+1 # Ibla 25-07-2023 17:33
La sensazione di perdersi nell'immensità del cielo, ma senza nessuna paura, con fiducia e gratitudine.
Meraviglia!
Un caro saluto da Ibla.
Filicheto
# Filicheto 26-07-2023 00:01
Solitamente mi imbatto in “autori” che si accontentano se non della primissima stesura del loro lavoro, di un qualcosa che, una volta buttato giù, può essere tutt’al più allisciato qua e là, quasi fosse stato ispirato dal flauto di Euterpe, epperciò più o meno perfetto fin dal suo primo concepimento. Non è questo, però, il caso: anche leggendo qualche altro tuo brano, mi è parso di intravvedere un notevole lavorìo nelle scelte lessicali. Purtroppo, non è su tale aspetto che, a mio parere dovresti soffermarti (sottolineo “a mio parere”: si tratta di una mia posizione personale, per non dire di una mia “inclinazione”) , bensì su quello formale e ritmico. Questo tuo brano, sotto il profilo del ritmo e della musicalità, è a mio personalissimo giudizio del tutto insoddisfacente e sopra ogni altro punto critico che manifesta, si palesa quello più imbarazzante: alludo alla contraddizione tra una forma informe e una ritmica sghemba da un lato, e un lambiccato e zelante affaccendarsi sulla scelta delle parole dall’altra. L’impressione che se ne cava è quella di un primitivismo da incisione rupestre, ma privo dell’ingenuità storica (e della possanza) che quelle manifestazioni artistiche primordiali comunicavano. Trovo parimente insoddisfacente , inoltre, la qualità delle immagini evocate: soli che tramontano, nubi e venti, cieli e burrasche: tutto vive in una miscela da comunicazione giornalistica, anonimo, un ventaglio di significanti abusati, "giornalistici" appunto, senza identità; un frasario buono per tutte le occasioni.
Ho trovato particolarmente fuori luogo, poi, quell’“a risentire calma dentro”, dove questo avverbio, “dentro”, che credo voglia alludere allo spazio dell’interiorit à, dovrebbe essere evitato come la peste, visto che tutt’al più ce lo possiamo aspettare nei testi di qualche canzonetta sanremese.
Io ripenserei il testo fin dalle sue fondamenta più nascoste, vale a dire dall’occasione e soprattutto dalle intenzioni che lo hanno generato.
sasha
+1 # sasha 16-08-2023 21:56
Che strano! scorrendo la pagina dei tuoi commenti ne appaiono 2 fatti a questo testo ma andando poi a leggere... se ne vede 1.
Era forse una rispostaccia di qualcuno?

14.08.2023 09:32
Complimenti signora, un linguaggio da vera "poetessa" il suo. Segnalazione inviata all'amministrat ...
Read more...

26.07.2023 00:01
Solitamente mi imbatto in “autori” che si accontentano se non della primissima stesura del loro lavoro ...

Ovviamente rispondo a quello visibile con le stesse parole usate da te nell'unico testo che hai messo nel sito!

"I "paroloni", come li chiami tu, sono parte di una strategia compositiva che deve risolvere una apparente contraddizione: come salvare il "contenuto" concettuale del testo facendo leva quasi unicamente sulla "forma" delle parole, sul loro suono, sul loro integrarsi in un flusso ritmico discontinuo ma logicamente correlato? Ebbene, non credo di esserci riuscito."

... e a ciò mi aggancio rispondendoti che sei una persona triste, infelice... che vai sempre smontando le cose più semplici e per questo non riesci nei tuoi intenti! Un testo nasce dal cuore e non viene costruito come fai tu; così come ti arzigogoli ad imbastire commenti carichi di retorica...
A te piace solo scrivere, o meglio... digitare lettere... pensando di soddisfare qualche frustrazione.
Metti altri tuoi testi e poi ne parliamo; ma già immagino di quanto possano essere vuoti, falsi, costruiti... e quindi, non saranno mai Poesia.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.