Il tempo al meriggio

migliora e calmo

dal lontano remigio

il Nunzio all’ora santa

in prece ora sta.

Del calmo odor dei fiori

inumiditi dalla pioggia

il buon merlo or ora

buon cibo cerca

pei pulcini che chiaman papà.

Il Nunzio che saluta

quello che verrà

prospetta e spera e beato sta.

Ed ora in casa chi studia

ed ora il lento lavorio

ed ora il canto del ciliegio

tutta la natura come muta sta.

Sembra il favor dei destini

che il filosofo saggio dispiega

- il merlo si stacca dai ciclamini

sopra la torre del nunzio va.

Così la canizie di chi sa racconta

il bel posto e la vita del contado

tutto disparato

c’è chi resta c’è poi chi va.

Ed il romito asilo

che antico e un po’ incerto

si va dispiegando certo

per quel che sarà.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Fone  

Questo autore ha pubblicato 116 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Amalia
# Amalia 10-10-2022 02:38
devo capire bene, ma è molto bella,complimen ti.
Lilith50
# Lilith50 10-10-2022 06:31
Mi hai trasportato un po’ indietro nel tempo. Mi sono ritrovata tra i banchi di scuola alle elementari…stra na sensazione.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.