In una giornata di pioggia

Sento come una flebile voce

Quelle parole che vorrei sussurrarti 

ma che preferisco tacere.

Quando non riesco ad esprimermi

Lascio parlare il silenzio assordante

di quei gesti che nessuno nota.

La pioggia che ci bagna,

Così all’aperto eppure al riparo

Se fosse stato un giorno normale,

Avrei detto che ho tutto contro

Perciò è lecito domandarmi

Come mai sono felice?

Perché mi sento vivo.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aplysia  

Questo autore ha pubblicato 5 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.