Non so cogliere

dell’alba

la luce.

Il suo parto

è nel vagito

della notte

mia mentore

che grida

e mi trastulla

delle sue paure.

Dentro

ad un cuore

dove l’anima

nonostante...

spera.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Antonio Girardi  

Questo autore ha pubblicato 71 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Mark
+2 # Mark 16-11-2020 20:34
Mi piace non tanto ma tantissimo,”il suo parto è nel vagito della notte” è sublime.Un saluto
pierrot*
+1 # pierrot* 17-11-2020 18:08
Molto apprezzata
grazie
Antonio Girardi
+1 # Antonio Girardi 17-11-2020 18:10
Grazie Mark, grazie Pierrot.
Giò*
+1 # Giò* 17-11-2020 19:57
Condivido il pensiero di Mark circa i primi versi che, tutti
poi nell'insieme, sono delicati ed intensi. Ciao!
Ambra PILTI*
+1 # Ambra PILTI* 17-11-2020 23:38
E' un brutto momento questo dove tutti siamo magistralmente proiettati con "violenza" verso pensieri tristi e preoccupanti.
La notte la identifico come "mentore" che è tanto lunga quando si è insonne, un'insonnia che porta a pensare diventando quel determinato pensiero l'unico ...e finisce con il vagito dell'alba che sopraggiunge con "speriamo in bene".
Un caro saluto Antonio.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.