Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
In questo spazio si possono pubblicare post inerenti alla cultura in genere: poeti, scrittori, quadri, film, musica ecc, per confrontarsi, discutere, ragionare e trovare l'emozioni che possono scaturirci.
Per non fare troppa confusione cerchiamo di aprire post settimanali, al massimo due a settimana.

ARGOMENTO: Incomprensibilita dei versi e poesia ermetica

Incomprensibilita dei versi e poesia ermetica 4 Anni 1 Mese fa #11

  • fintipa2
  • Avatar di fintipa2
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 82
  • Ringraziamenti ricevuti 197
Ciao
Spesso sono stato accusato di ermetismo. talvolta però è successo che chi mi accusava di mescolare parole a vanvera o di fare assurde sperimentazioni, alla mia puntuale risposta con la spiegazione del testo per intero, se ne sia stato zitto e non si sia nemmeno degnato di venire a leggere.
Dal punto di vista formale appare che il linguaggio di un poeta sia frutto della dialettica tra il proprio e quello di chi viene a contatto. Perciò è qualcosa che muta continuamente anche se impercettibilmente. Provatevi a leggere qualcosa di dieci o di trenta anni addietro e ditemi se non è così. Certo il talento (se c’è) è sempre lo stesso ma di sicuro molte cose le troverete cambiate.
Dal punto di vista sostanziale le cose non stanno diversamente. Chi può negare ad un poeta di inserire nel testo la cultura che negli anni ha maturato di storia, matematica, fisica, chimica, biologia etc o di qualunque altro genere, se riesce a farla rientrare in un’ ottica poetica? E’ chiaro che se uno cita Godël o Pauli e un altro non sa chi siano, si creano situazioni di incomprensibilità e come suol dirsi il testo non arriva.
Il problema di un linguaggio ostico è dunque un problema di livelli di conoscenza?
Io penso di si, tanto che quando mi capita-spesso mi capita- di non capire un testo, di regola non svio su qualcos'altro ma cerco sempre di arricchire la mia conoscenza. E' vero che a volte ciò comporta molta fatica ma spesso l'arricchimento che se ne ottiene è una soddisfazione ben maggiore.
Che poi ci sia in giro qualche folle che assegni dignità di poesia a parole tirate fuori da un sacchetto è un’ altra storia.
ciao a tutti\e e piacere di conversare con voi
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Giò*, Grace D, ING BOWLING, Marina Lolli, Aita Carla

Incomprensibilita dei versi e poesia ermetica 4 Anni 1 Mese fa #12

  • ING BOWLING
  • Avatar di ING BOWLING
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 67
  • Ringraziamenti ricevuti 99
Marina Lolli ha scritto:
Vorrei ringraziare quanti hanno risposto alla mia domanda,so che la poesia comunque sia espressa deve generare emozioni ,stimolare il pensiero , ma ho ancora dubbi riguardo gli esperimenti.
Esperire significa provare ,tentare di mettere in opera ,ma se chi scrive una poesia usa a sproposito vocaboli dando al lettore quasi il senso che questi non ne conosca il vero significato ,insomma se quella poesia non è che un insieme di vocaboli che stancano chi legge questa è ancora poesia ?
E se si , allora devo pensare che quel lettore insoddisfatto sia un asino ?
Quando allora la poesia non è piu tale se tutto è giusto ?
Il mio parere, quello del sig. Nessuno, è di provare a rileggerla. Alle volte può capitare di non porre l'adeguata attenzione. Ci vedo analogia con l'ispirazione e concentrazione utile per scrivere ... se è assente, lo si noterà sicuramente. Non porrei, comunque, la questione su l'esser o meno capre. Troppe volte modalità poco forbite ti regalano l'immensità, un nuovo ed intenso gusto, mentre testi di persone che hanno studiato dal 20° piano, in su, restano piatti vuoti. Oppure l'omessa/inesatta punteggiatura che sposta la modalità: con maggior facilità è individuata da chi legge. Chi scrive oserei quasi dire che è portato a rileggere il proprio testo secondo suoni che ha in testa (vede virgole anche dove non le ha messe). Infine la chiusura del senso di quanto scritto potrebbe esser stata volutamente spostata in altro inusuale settore ... restando comunque sempre intuibile.
Ognuno scrive per svariati motivi ... i suoi motivi. Ognuno legge per svariati motivi ... i suoi motivi. Quando i motivi s'incontrano, si vogliono bene, l'opera piace. Persino gli operai si piacciono ... o meno. Buon lungo w.e. a tutti
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Giò*

Incomprensibilita dei versi e poesia ermetica 4 Anni 1 Mese fa #13

  • Marina Lolli
  • Avatar di Marina Lolli
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 99
  • Ringraziamenti ricevuti 159
Sono d'accordo con lei,io amo la sperimentazione ,amo i versi liberamente scritti,e chi riesce a stimolare la mente e a risvegliare i sensi e le emozioni.Ma sinceramente e con tutta la buona volonta non riesco a definire poesia ciò che proprio non ha senso ,perché non possiamo nascondercelo a volte si incappa in scritti assolutamente lontani da cio che è la poesia anche dalla piu futurista e sperimentale.
Auguro a tutti sempre dibattiti stimolanti e costruttivi
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Aita Carla

Incomprensibilita dei versi e poesia ermetica 4 Anni 1 Mese fa #14

  • Giancarlo Gravili*
  • Avatar di Giancarlo Gravili*
Le argomentazioni apportate da ognuno sono tutte valide e tutte degne d'essere accettate.
Come prevedibile questa discussione porta con sé tante facce da risultare molto ampia nelle sue "smussature letterarie"
Punti fermi restano l'inutilità di taluni versi messi a caso che seppure ermetici non sfociano in nulla.
A proposito di sperimentazione che ne dite di questo scritto futurista di Marinetti del 1914.
Era più avanti di noi di un secolo.
Punteggiatura inesistente, vocaboli variati verso una sonorità onomatopeica a discapito della grammatica...
Eppure l'autore era uno scrittore e personaggio molto molto colto.

Zang Tumb Tumb

Di F.T. Marinetti

ogni 5 secondi cannoni da assedio sventrare
spazio con un accordo tam-tuuumb
ammutinamento di 500 echi per azzannarlo
sminuzzarlo sparpagliarlo all’infinito
nel centro di quei tam-tuuumb
spiaccicati (ampiezza 50 chilometri quadrati)
balzare scoppi tagli pugni batterie tiro
rapido Violenza ferocia regolarità questo
basso grave scandere gli strani folli agita-
tissimi acuti della battaglia Furia affanno
orecchie occhi
narici aperti attenti
forza che gioia vedere udire fiutare tutto
tutto taratatatata delle mitragliatrici strillare
a perdifiato sotto morsi schiaffffi traak-
traak frustate pic-pic-pum-tumb bizz-
bizzarrie salti altezza 200 m. della fucileria
Giù giù in fondo all’orchestra stagni
diguazzare buoi buffali
pungoli carri pluff plaff inpen-
narsi di cavalli flic flac zing zing sciaaack
ilari nitriti iiiiiii… scalpiccii tintinnnii 3
battaglioni bulgari in marcia croooc-craaac
(LENTO DUE TEMPI) Sciumi Maritza
o Karvavena croooc craaac grida degli
ufficiali sbataccccchiare come piatti d’otttttone
pan di qua paack di là cing buuum
cing ciak (PRESTO) ciaciaciaciaciaak
su giù là là intorno in alto attenzione
sulla testa ciaack bell Vampe
vampe
vampe vampe
vampe vampe
vampe ribalta dei forti die-
vampe
vampe
tro quel fumo Sciukri Pascià comunica te-
lefonicamente con 27 forti in turco in te-
desco allò Ibrahim Rudolf allò allò
attori ruoli echi suggeritori
scenari di fumo foresta
applausi odore di fieno fango sterco non
sento più i miei piedi gelati odore di sal-
nitro odore di marcio Timmmpani
flauti clarini dovunque basso alto uccelli
cinguettare beatitudine ombrie cip-cip-cip brezza
verde mandre don-dan-don-din-bèèè tam-tumb-
tumb tumb-tumb-tumb-tumb
-tumb Orchestra pazzi ba-
stonare professori d’orchestra questi bastona-
tissimi suooooonare suoooooonare Graaaaandi
fragori non cancellare precisare ritttttagliandoli
rumori più piccoli minutissssssimi rottami
di echi nel teatro ampiezza 300 chilome-
tri quadrati Fiumi Maritza
Tungia sdraiati Monti-Rò-
dopi ritti alture palchi log-
gione 2000 shrapnles sbracciarsi esplodere
fazzoletti bianchissimi pieni d’oro Tumb-
tumb 2000 granate pro-
tese strappare con schianti capigliature
tenebre zang-tumb-zang-tuuum
tuuumb orchestra dei rumori di guerra
gonfiati sotto una nota di silenzio
tenuta nell’alto cielo pal-
lone sferico dorato sorvegliare tiri parco
aerostatico Kadi-Keuy
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Incomprensibilita dei versi e poesia ermetica 4 Anni 1 Mese fa #15

  • Surya*
  • Avatar di Surya*
Ho letto con moltissimo interesse tutte le vostre argomentazioni e vi sono molto grato perché questo è quello che Io chiamo confronto Culturale se non Sociale addirittura Politico.
Il confronto , a volte lo scontro, portano ad evolversi , addirittura a superare alcuni nostri limiti.
La Poesia, strana Creatura, come strano e complesso è l'uomo.
Credo che la Poesia, la scrittura in genere nasce molto prima che l'uomo fosse capace di parlare.
Non mi prolungo perché se lo facessi oggi non triverei neppure il tempo per dormire visto la vastità dell'argomento ma voglio solo dire che, almeno a me, poco interessa cosa abbia voluto comunicare il Poeta ma mi interessa moltissimo quello che fa nascere in me e come riesce a cambiarmi.
Io spesso scrivo per un mio bisogno viscerale e quasi mai metto il lettore nella posizione di capire cosa c'e sotto ma cerco di comunicare e trasmettere emozioni, rabbia, dolore o amore insomma Vita.
Grazie
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Incomprensibilita dei versi e poesia ermetica 4 Anni 1 Mese fa #16

  • Marina Lolli
  • Avatar di Marina Lolli
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 99
  • Ringraziamenti ricevuti 159
Per quanto mi riguarda io ti ringrazio per la forza e il fuoco che ho percepito nella tua risposta , e ringrazio anche gli ideatori di questo sito che sono riusciti a dar vita ad un luogo virtuale eppure cosi vero, dove la discussione riesce a portare scambi di idee vivaci e creativi ,invece di scontri sterili e degradanti.
Qui io ho trovato un luogo di crescita ,grazie .
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Grace D, Aita Carla

Incomprensibilita dei versi e poesia ermetica 4 Anni 1 Mese fa #17

Ognuno ha il suo stile e lo scrivere passa attraverso, non solo dalle conoscenze, ma anche dal percorso di scrittura che il "poeta" ha fatto nel conoscersi e quindi con il tempo potrebbe anche cambiare il modo di comunicare e trasmettere le proprie emozioni...
ciò nonostante ci sono "poeti" che vanno anche al di là di quello che ho scritto sopra e usano il linguaggio di scrittura per varcare il proprio limite senza curarsi del lettore o addirittura "poeti che sfidano il lettore usando termini troppo ricercati e usano la poesia come sperimentazione e gioco..
personalmente preferisco un linguaggio e una poesia diretta o quasi e che arrivi a tutti
preferisco la poesia di "pancia" e non la poesia mentale
le poesie contorte e che non mi trasmettono nulla nemmeno provo ad addentrarmi
Ultima modifica: 4 Anni 1 Mese fa da Demetrio Amaddeo*.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Giò*, Grace D, ING BOWLING, Aita Carla

Incomprensibilita dei versi e poesia ermetica 4 Anni 1 Mese fa #18

Ermetismo
Poeti ermetici:
Ungaretti, Montale, Quasimodo, Carlo Bo (?... anche)... che faccio mi fermo?... Si mi fermo
Saluti e buona poesia
Ultima modifica: 4 Anni 1 Mese fa da Carmine Ianniello.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Aita Carla

Incomprensibilita dei versi e poesia ermetica 4 Anni 1 Mese fa #19

  • Aita Carla
  • Avatar di Aita Carla
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 114
  • Ringraziamenti ricevuti 151
Il non capire può essere un difetto del lettore e non dell'autore.
L'ermetismo è una forma poetica che si è consolidata nei primi anni del secolo scorso ed ha sconvolto i canoni soliti della poesia intesa tale fino ad allora.
Mi sono sempre fatta una domanda e data una risposta: ma il poeta, per chi scrive?
La risposta è sempre stata: per il lettore e anche per se stesso.
Quando leggete dei versi che non riuscite a capire può essere che sia la parte del brano che l'autore non ha scritto per voi.



Ciao

Carla
Ultima modifica: 4 Anni 1 Mese fa da Aita Carla. Motivo: una parola scritta in maniera errata
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: ING BOWLING

Incomprensibilita dei versi e poesia ermetica 4 Anni 1 Mese fa #20

  • Loris Marcato
  • Avatar di Loris Marcato
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 20
  • Ringraziamenti ricevuti 50
Non credo che la poesia, per essere considerata ermetica, abbia bisogno di parole o versi incomprensibili. Altrimenti molti autori del passato potrebbero essere considerati tali. Penso che l'ermetismo sia dato più dalla possibilità di dare diversi significati all'opera, pur usando un linguaggio semplice.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: ING BOWLING
Tempo creazione pagina: 0.203 secondi
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.