Raccolgo fior di rime
seminate per me
sul mio cammino
da te che accetti amicizia.
Tra pure emozioni
vissute con rispetto
la rendi una primizia
mentre la mia voce attendi.
Battiti del mio cuore
suonano melodiche parole
danzano in punta di piedi
sotto luci stellate dal cielo regalate.
Balla tra versi senza paura
disciogli le sbarre della prigione
in cui vivi di tortura
dona libertà alla tua emozione.

Viaggia seppur solo con la mente
giungendo nella canora mia Napoli
tra vicoli di arte e storia
immergiti in festosa baldoria.

La mia voce allor sentirai
incessante canterà
di ilarità, di vita
e ogni male passerà.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Veronica Bruno  

Questo autore ha pubblicato 259 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.