Lungo vie di città 
sfavillavano vetrine, 
addobbate a tema
primavera, 
una gara a quale 
fosse la più bella. 

Dopo visite di chiese, 
si andava per negozi, 
quasi tutti a braccetto, 
felici. 

Ora saracinesche chiuse, 
forse per sempre
per tanti, 
strade deserte, 
solo chi crede 
fermamente 
in qualcosa, 
sorride ancora...
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Grazia Savonelli*   Sostenitrice del Club Poetico dal 08-02-2021

Questo autore ha pubblicato 262 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Tra nuvole sparse, 
voli colomba,
porti con te
un bocciolo 
di rosa, 
per la mia 
Caterina. 
Figlia adorata, 
perduta in
un incendio. 

Anche se 
sono passati anni, 
il dolore 
è sempre forte 
e solo sulle
ali della colomba, 
trovo pace, 
tracce di te 
nell'infinito.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Grazia Savonelli*   Sostenitrice del Club Poetico dal 08-02-2021

Questo autore ha pubblicato 262 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Viso contro viso a sfiorare il tuo,

liscio, rasato, sempre.

E il tuo profumo di buono,

di cose lontane come cassetti

odorosi di linde lenzuola.

Il guerriero caparbio,

 l’indomito orgoglioso...  

Ma io l’ho toccata, l’ho stretta

cullata ed amata, la tua fragilità.

Somigliava alla mia che

si prende a schiaffi e si veste

di sicurezza apparente.

Sensibile guerriero, docile felino

Ed ora, che il ricordo ogni volta

si fa odoroso di te, manchi da morire.

Sapevi di buono, si, e di buono

vivo quando penso di te…

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Giò*   Sostenitrice del Club Poetico dal 22-08-2015

Questo autore ha pubblicato 261 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Tu sei in una risata

in quelle sazie, fragorose.

Negli echi di parole

interminabili,

nelle attese di primavere

che mangiavano il tempo.

Sei tra le righe di una favola

nella rima di una poesia,

ironica, come il nostro cuore,

come noi, anime burlone.

Tu sei la malinconia degli anni

corsi troppo in fretta.

Sei una pila di sogni

strappati alla vita per sempre

e che hai portato via,

in volo con te

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Giò*   Sostenitrice del Club Poetico dal 22-08-2015

Questo autore ha pubblicato 261 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Se per i buoni uffici del signor spedizioniere
La mia città, la mia Napoli mandasse
Un cassone di caffè, un cassone di gigli
Se io l'aprissi facendo risuonare
La ceralacca

Due confezioni di macinato
Due paia di bulbi
Dei fazzoletti bianchi ricamati d'argento 
Dei fiori di giglio nei sacchetti di seta
E tu
E se tu uscissi da lì

Ti farei sedere sull'orlo del letto
Ti metterei sotto i piedi la mia pelle di cavallo
Con la testa chinata e le mani giunte starei davanti a te
Ti guarderei, gioia, ti guarderei stupito
Come sei bella, dio mio, come sei bella
L'aria e l'acqua di Napoli nel tuo sorriso
La voluttà della mia città nel tuo sguardo
O mia sultana, mia regina, se tu lo permettessi
E se il tuo schiavo Labbra Tristi l'osasse
Sarebbe come se Respirasse e baciasse
Napoli sulla tua guancia

Ma sta attenta
Sta attenta a non dirmi "avvicinati"
Mi sembra che se la tua mano toccasse la mia
Cadrei morto sul pavimento.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Labbra Tristi  

Questo autore ha pubblicato 31 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Amarti ancora, 
tra corsie anonime, 
cercare fiori
tra medicine e 
flebo,
stare vicino
a questo amore 
spaventato, 
che vede rifugio 
solo nei tuoi 
occhi. 
Amare ancora, 
senza spensieratezza, 
col dolore chiuso 
dentro il cuore, 
sperando di 
tornare a casa.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Grazia Savonelli*   Sostenitrice del Club Poetico dal 08-02-2021

Questo autore ha pubblicato 262 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Un vecchio mulino, 
la ruota che gira, 
l'acqua lenta
disegna fossati, 
poi canali:
sfocia lontano, 
nel fiume che va.
Attraversa vallate, 
tra monti e dirupi, 
ricorda storie 
di popoli antichi, 
rumori di vita 
persi nel vento...
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Grazia Savonelli*   Sostenitrice del Club Poetico dal 08-02-2021

Questo autore ha pubblicato 262 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sa di terra e di mare,  
rende sorridente 
ogni donna, 
dalle brughiere 
ventose ai 
deserti infuocati. 

Il suo colore 
giallo vivo rallegra
occhi e cuori, 
allontana per 
un po' amarezza
e tristezza. 
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Grazia Savonelli*   Sostenitrice del Club Poetico dal 08-02-2021

Questo autore ha pubblicato 262 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Mani che si intrecciano, 
dall'inizio alla fine,
un nodo d'amore
indissolubile, 
che va oltre 
la morte. 
Il superstite 
rivivrà questo
amore su un libro,
per lui scritto. 
Un amore 
ormai unico 
ai nostri giorni...
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Grazia Savonelli*   Sostenitrice del Club Poetico dal 08-02-2021

Questo autore ha pubblicato 262 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Vecchi bambini e donne

uomini qualsiasi

carne macilenta e nuda

vestita solo di anima

gettata

come spazzatura

dentro il Carso

più profondo.

Nessuno deve vedere

nessuno deve sapere

della vigliaccheria dell’uomo.

Là sotto per fortuna

è fredda la pietra

là sotto per fortuna

non ci sono estati ne inverni

a scandire il tempo

dei fiori di ghiaccio.

Che la pietà umana

nel giorno

di una reincarnata primavera

ha sciolto.

Ora

vecchi bambini e donne

uomini qualsiasi

sono alla terra.

Tutti devono vedere

tutti devono sapere

della bontà dell’uomo

che della bianca pietra

ne hanno fatto corpi.

Dentro il Carso

più profondo

un lieve odore

di fiori.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Antonio Girardi  

Questo autore ha pubblicato 73 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
I tuoi occhi
il tuo sguardo
le tue parole
che odo nella mia testa.
Il tuo sorriso
non posso dimenticarlo.
Il mio cuore è con te
sei nei nostri cuori,
nella nostra vita.
Mi basterebbe
solamente un semplice
“ciao”.
Ma posso solo
sentirlo dentro il mio cuore
dentro la mia testa.
Vorrei dimenticare le lacrime,
vorrei stravolgere la vita…
Ed essere sempre con il sorriso
come lo eri tu.
Non dimenticherò mai
quanto eri straordinaria
in ogni situazione,
seppur nella tua grande fragilità.
Un giorno
ti guarderò negli occhi
e leggerò il tuo stupore.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Silvana Montarello*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 30-04-2013

Questo autore ha pubblicato 803 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Ancora stordite
per l'urto,
anime buone 
si trovano sulla soglia
del Paradiso. 
San Pietro, con schiere
d'angeli, li scorterà
per i sentieri dell'infinito, 
con i loro cuccioli.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Grazia Savonelli*   Sostenitrice del Club Poetico dal 08-02-2021

Questo autore ha pubblicato 262 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.


In  questo luogo

di vento e di pace
un sorriso
ha una via
rimasta agli occhi .

Al seno della madre
fa ritorno

incontrerà altre genti
seguendo un
tratto di luce.

Lasciando a noi
il pianto
e una vita passata
di voci e di ricordi.



Ciao Concetta 


1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 823 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.


Per quello che siamo

la semplicità del mattino

il sorriso dell’acqua

le sensazioni dell’amore.

Per i momenti vissuti

la curiosità di scoprire

il senso delle cose

le passioni espresse.


Per tutte le volte in cui

scopriamo che

il pianto è gioia

le mani tremanti emozioni

la vita stessa un battito in più.


Per quello che siamo

e che mai abbiamo saputo di essere.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Vincenzo Russo*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 09-12-2020

Questo autore ha pubblicato 10 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Non amo il mare

come il gigante sa

che non può amare

quel bambino

quando gli farà male.

Non amo il mare

e la sua bonaccia

una parentesi di vento

per soffiarmi

alla deriva.

Non amo il mare

e la sua battigia

dove scrivere dei versi

che l’onda poi

mi porta via.

Anche per questo

non amo il mare

e so che per altro ancora

lui mi potrà fare male.


Dedicata a tutti coloro che, non per voglia propria ma per inseguire un sogno, sono deceduti in mare.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Antonio Girardi  

Questo autore ha pubblicato 73 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.