A mia mamma

La materia è luminosa
Essa splende e spande luce
Così è anche la poesia
Tolta dalla natura si diffonde
E lascia di se
una coda abbacinante 
Come sistri silenziosi
Di lanugine e fumo
Un intricato lavorio 
Di cui la natura stesse delle cose
Nel suo più profondo segreto
Illumina il numeno
con gelosissima emissione
Così anche la poesia ed il pensiero
Si fondono e son luce 
Lasciamo dietro se un sapore
Squisito - come di limone
E son le tavole pulite esposte al Sole
Che ricordano il geranio bianco
Quello che tua mamma annafiava
Mentre eri tra i banchi di scuola.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Fone  

Questo autore ha pubblicato 95 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Tea
+1 # Tea 12-08-2022 09:46
Una chiusa bellissima, ciao
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 18-08-2022 21:30
Bellissima dedica credo che non esistano parole per le mamme, bravissimo.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.