Dici di non vedere il mare
mentre la salsedine stria il tuo viso,
dici che quel mio sentiero
è solo un' immensa prateria.

So che non vedrai dai miei occhi,

allora seminerò gelsomini
ai margini d'un sogno
affinché tu lo possa sentire

e ti verrò a cercare tra i vuoti delle tue paure
facendoti scudo con le mie.

Ma ora distanti
in questo tempo che sgretola
quel ch'è stato,
vagheremo imparando a lasciar andare,
imparando a morire,
per poter nascere ancora!


Ed è qui nel respiro del primo pianto

che si farà forte l' odore
della prima - vera
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Paguro  

Questo autore ha pubblicato 3 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Jean-Jacques
# Jean-Jacques 08-07-2024 23:54
"Dici di non vedere il mare mentre la salsedine stria il tuo viso", "imparando a morire per poter nascere ancora", "qui nel respiro del primo pianto"... versi di una bellezza estasiante. Notte.
Paguro
+1 # Paguro 09-07-2024 09:57
Grazie Jean-Jacques, mi fa molto piacere che questi versi ti arrivino in un modo così intenso.
Grazie davvero e buona giornata

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.