Viva l’Italia

l’Italia dei telepass

e dei “te sì ca te po passà”.

Delle aree C e ZTL

dei varchi aperti e chiuse menti

delle strisce blu e le stelle

dei suoi sceriffi.

L’Italia coi suoi modelli

 

e auto blu, celebri

come le celeri “men tass”:

l’Italia del - te sì che puoi

e se vuoi pagare subito

“men te paghét”, se fatichi invece

ti distanzio il fine mese e

di troppe spese, meglio se - “barbun” -

“ti va a pé a laurà”.

L’Italia  delle forzate tasse

e relativo strabismo:

un occhio al cruscotto

l’altro alla strada. L’Italia

che vuole attenzione e strade

in cassette di sicurezza.

L’Italia coi suoi  però

e dei suoi vabbè.

 

Viva l’Italia, questa Italia

con le sue strade, per nulla sicure

sia alla luce del sole

… che per la sua luna.


1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Bowil da Wilobi  

Questo autore ha pubblicato 119 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.