Miro rallegrato
nella bottega dell'ortolano
una suora senza pazienza
per la tanta  gente
in limitata capienza

Col naso in abbondanza
e così pur di panza
s'agitava  l'ortolano
che di fretta menava gli occhi
e di furia anche la mano 

Della suora se ne infischiava
che livida s'inalberava
e che di rabbia s'addolorava
..... mentre fuori nevicava

In questo dì di festa
più che Natale
quest'oggi a me pare
un menzognero
e insincero Carnevale

... si ... si ... si
siam tutti mascherati

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Carmine Ianniello  

Questo autore ha pubblicato 119 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Carmine Ianniello
# Carmine Ianniello 25-12-2020 14:05
.... basta un colpetto di tosse, o il soffiar del naso in un negozietto qualunque, e oplà, il caos è servito....Augu ri di un buon Natale e serene feste a tutti e tutte
ING BOWLING
# ING BOWLING 26-12-2020 12:38
E cresciuta fobia sarà tosto scalzare dal trono. Buone feste anche a te.
Manuele*
# Manuele* 26-12-2020 20:09
Ironica fotografia che abbiamo visto tutti in quest'anno di paure, nevrosi, solitudini. Auguri Carmine.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.