Muta e verticale se ne sta,
un campanello compagnia le fa,
le passo vicino come a scrutarla,
ma lei mi guarda e non mi parla.

Voce non le ha donato la natura,
solo il rumore di apertura e chiusura,
ma l'animo è di chi la sua maniglia toccava,
che un pò nei lineamenti mi somigliava.

Ora non disegna più archi di circonferenza,
di movimento arcuato è rimasta senza,
sotto di essa qualche volantino silente,
che non porta una data proprio recente.

Eppure su quell'uscio trovavo accoglienza,
sempre gradita era la mia presenza,
Il suo fruscio ritorna alla mente,
quando venivo accolto come un presidente.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Stornello Meneghino  

Questo autore ha pubblicato 215 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.