Vite lunghe e meno.

Di treni presi o persi

per tirate di capelli

dal binario fu lesto.

 

Ah … quante volte

il tempo si spinge

aldiquà dei confini leciti

- ruote degno raggio -

di stipulati, logici contratti

con sua illegalità

… la morte.

 

Illuminano il proliferare

di congetture e ipotesi

blasfemi  basamenti instabili

colonne portanti cartapesta

e copertura

lasciata ai posteri

spese

 

di un vuoto bastardo.

 

Comunque restano

nel conto aperto

dalla voragine infinita

permessa anzitempo

 

dalla promessa d’amore.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Bowil da Wilobi  

Questo autore ha pubblicato 39 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.