Mi portarono nella baia delle illusioni,
mi fecero sdraiar dinanzi al mare amore,
un sasso di manna a farmi da cuscino.

Rimasi solo per tanto, tanto tempo.
Vidi struggente alba pressar la pelle
e un tramonto lungo un giorno, vidi.

Al primo mormorio di quella notte muta
il freddo, vecchia conoscenza, volle catturarmi
e mi ordinò di alzarmi dall’azzurra alcova.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aurelio Zucchi*   Sostenitore del Club Poetico dal 04-03-2020

Questo autore ha pubblicato 429 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Catilina
# Catilina 03-06-2022 11:30
intensissima e poeticamente superlativa...
Ealain
# Ealain 04-06-2022 14:23
Bellissima, amico!
Simone
# Simone 06-06-2022 17:59
Viva e intensa
poeticamente secondo me una meraviglia
Un saluto Aurelio

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.