Avete sentito di quel vecchio
Appartato in quel porto
Crepitante, screpolato dal sole?
Pare sepolto nella sua barcaccia
E a nessuno parlare se non col mare

Dicono abbia logora la faccia
Di fori, crateri e squarci
Come le sue vele tornate a suolo
Che passi l'inverno sui fari e il ghiaccio
E l'estate sul molo
Dicono abbia il sale nei capelli
Grigi e increspati
Occhi da cagnaccio
Gobba di invisibili fardelli

Sempre e solamente solo
Ci sbraita con sguardo vacuo
Da squalo
Ci allontana dal suo sacro appalto
Incrostato dai sali

Chi è quindi costui
Che ci scende in mezzo
Dai mari siderali?
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Ealain  

Questo autore ha pubblicato 62 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.