In una piazza del mio paese,
c'è un signore a braccia tese,
tutto il giorno con forbici in propensione,
egli è un parrucchiere di professione.

Un dì ci andai non senza esitazione,
il mio barbiere era andato in pensione,
nel suo salone quindi entrai,
non sapendo che mi aspettavan guai.

La mia testa misi in posa,
come chi aspetta la propria sposa,
nuove mani sui miei capelli,
con l'auspicio di farli un po' più belli.

Ma un'esclamazione fatta con poco tatto,
sulla poltrona mi fece sobbalzar di scatto,
udii: ' Sai che qui c'è un bel buco?'
quello che pensai non lo traduco.

Finita l'acconciatura tornai a casa sconsolato,
per ciò che ai miei occhi era di fatto celato,
al mio vecchio barbiere pensai per un momento,
quando ramazzava i miei ricci sul pavimento.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Stornello Meneghino  

Questo autore ha pubblicato 213 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.