Viver tra la gente mi fa male
Non c'è tempo per avere tempo
Non c'è tempo per essere lento
Quando la marea ti assale
E striscia e risale per le vie
Strette della stazione centrale

È tutto così troppo
Che mi sento a mala pena
Come se tutto questo
Rincorrere orari e binari
Gettarsi questo groppo umano
Come droga in vena
Mi portasse lontano ma senza mai metà

Chi brulica qui sono solo fantasmi
Spenti come fiaccole nel giorno
Fiacchi e lenti girando in tondo
Producono solo un suono sordo
Come di suole che si fondono
Raschiate, screpolanti
Tra i gemiti e i miasmi

Ma in fondo tu lo sai e lo so anch'io
Anche noi siamo come loro
Io, tu e loro siamo tutti una cosa
Una massa che non vede e sente
Siamo tutti un tutto
E questo tutto alla fine è niente 

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Ealain  

Questo autore ha pubblicato 53 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.