C'è un cane randagio che piscia su ogni palo della strada.
E le nuvole basse e lunghe come rosari fanno finta che il tempo sia andato in vacanza.
Qualcosa e niente.
C'è un operaio in bicicletta, rumorosa come uno stomaco affamato,
che fischietta con tutto il fiato quella musichetta pubblicitaria
delle mutandine di seta che qualcuno ha ricamato.
Qualcosa e niente.
Ci sono la madre e il padre a discutere dei figli.
E tante altre coppie lo fanno senza averne.
Ci sono territori da esplorare nel buco del culo della mente da cui nascono speranze.
Alimentate a pane salato solo in superficie.
Del dubbio le incertezze.
Qualcosa e niente.
C'è la scimmia che leva pulci alla compagna.
A volte le mastica con lo sguardo perso nel vuoto.
A volte volta di scatto la testa quando sente un rumore sospetto e distorto.
Qualcosa e niente.
Ci sono bandiere stese alle ambasciate del mondo.
Che non parlano lingue diverse dalle nostre
e senza fretta, oziando, se ne stanno esiliate.
Come me, seduto nel semplice pensiero perso tra i silenzi assenti della gente.
Qualcosa e niente.
Ci sono stipiti stupidi su cui si va a sbattere anche quando non esistono.
C'è la divergente differenza che è la misura delle nostre scarpe.
A cui non basta il passo sicuro per arrivare a destinazione.
Qualcosa e niente.
Ci sono escrementi, muffe e cattivi odori che mai andranno via.
E noi li combattiamo lavando l'apparenza della nostra litania.
Qualcosa e niente.
Ci sono scorciatoie che non portano da nessuna parte.
Imbronciate.
Relegate a misere considerazioni.
Scudi che non offendono le proprie difese
e tessono trame di colorate giustificazioni.
C'è la scia bavosa lasciata da lumache e vecchi sporcaccioni.
Le immondizie indifferenziate che nessuno abbandona
dentro coscienze e incomprensioni.
Qualcosa e niente.
Come lo è questo sfogo di pustole.
Sintomo di emozioni.
Un angolo di muro ancora da imbiancare.
Dove vivono le nostre assurde paure di rimanere soli
tra le onde di questo impietoso mare.
Qualcosa e niente.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Giussani Gianluigi  

Questo autore ha pubblicato 8 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

genoveffa frau*
# genoveffa frau* 14-09-2021 10:47
C'è tanto di cui esser fieri ma non è niente rispetto a ciò che intorno a noi è sbagliato e non funziona, una gran testo per una bella canzone, complimenti! :-)
Giussani Gianluigi
# Giussani Gianluigi 14-09-2021 22:17
Ciao Geno. Ti ringrazio tanto. E' un piacere ritrovarti anche qui, su questo sito.
Passa una serena serata.
Antonietta Angela Bianco BGrZv*
# Antonietta Angela Bianco BGrZv* 14-09-2021 22:12
Testo molto bello
Giussani Gianluigi
# Giussani Gianluigi 14-09-2021 22:18
Ciao Antonietta! Grazie infinite per avere apprezzato. E' un piacere ritrovarti anche qui su questo sito.
Ti auguro una serena serata.
A presto!
Simone
# Simone 16-09-2021 05:46
Ci sono dei passaggi in questa poesia così tanto reali ...
un saluto e complimenti
Giussani Gianluigi
# Giussani Gianluigi 16-09-2021 08:15
Ciao Simone.
Piacere di conoscerti. Ti ringrazio tanto per avere apprezzato.
Buona giornata.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.