La macchina è ormai piena,
quell'eretto genitore fa tanta pena,
si consumano saluti affettuosi,
mettonsi da parte argomenti riottosi.

Si carica l 'ultima busta,
l'anima si fa sempre più robusta,
arrivederci al prossimo anno,
o magari forse a Capodanno.

La città richiama i suoi soldati,
si sale a bordo come condannati,
e' sempre il solito rituale,
un colpo di clacson e direzione tangenziale.

La prima marcia è stata innestata,
la frizione pian piano sollevata,
nell'abitacolo sembra scorgere Caronte,
la targa si è già persa all'orizzonte.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Stornello Meneghino  

Questo autore ha pubblicato 83 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Veronica Bruno*
# Veronica Bruno* 28-08-2021 10:59
Tratti argomenti e temi nella quotidianità con musicalità dovuta alle tue rime.
Bravo.
Buona giornata

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.