Come le nostre antiche greggi
in movimento,
da lontano arrivano in cerca di lavoro,
questo è quello che sento!
Talvolta arrivano per sfuggire alla fame,
alla guerra, alle ingiustizie.
Come gregge anch’essi
cercano pascolo verdeggiante,
pane, un sorriso, un po’ di umanità.
Perché umanità non è più un valore
in questa oscura società,
dove brilla denaro e potere, ammaliatore.
Vergognati Uomo!
Emigrante è tuo figlio, tuo fratello
partito dalla sua Itaca con tante illusioni.
Sparse sulla via trova tante chimere,
false, opprimenti il suo cuore.
Miraggio di lavoro onesto,
Cercasi...
Quando trovi il lavoro
lunghe file dopo un lungo viaggio,
speranze sospese al cielo
come stelle cadenti.
Brividi freddi, nella notte scura
senza stelle, senza luna.
Neanche una carezza, una parola di tenerezza.
La durezza di questi tempi non ci deve far perdere
l’amore nei nostri cuori.
Domani l’aurora darà la speranza,
il sole porterà la luce e darà a tutti un ancoraggio!

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Antonietta Angela Bianco BGrZv*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 25-07-2021

Questo autore ha pubblicato 28 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

genoveffa frau*
# genoveffa frau* 23-08-2021 23:45
Speriamo il tuo messaggio di speranza aiuti l'uomo a comprendere le necessità dei suoi simili, da qualunque parte del mondo giungano!
Un affettuoso saluto a te Antonietta! :-)
Antonietta Angela Bianco BGrZv*
# Antonietta Angela Bianco BGrZv* 24-08-2021 07:21
Grazie Genoveffa. Solo con la poesia posso sperare.Vedo un mondo capovolto, non ci sono più valori, regna l'egoismo e la prepotenza. Chissà poi perché, quando tutti potremo vivere meglio, in pace con le nostre coscienze.
Mi pongo tante domande ma non trovo nessuna soluzione. Spero, ma a questo punto, anche la mia speranza è molto labile che chi può prima o poi intervenga a "ristabilire" l'ordine e scuotere le coscienze. Buona giornata carissima :-) un forte abbraccio! Ti stimo moltissimo :-)
Vincenzo Patierno
# Vincenzo Patierno 24-08-2021 21:46
e' una società in cui siamo rinchiusi nei nostri cenobi, sbarrando le porte con l'egoistica indifferenza. Ma il fatto è pure che noi nei nostri cenobi siam pure disastrati, questo non giustifica certo la non accettare e la non accoglienza. Toccanti i tuoi bei versi, ciao
Veronica Bruno*
# Veronica Bruno* 28-08-2021 12:42
Cruda realtà addolcita dalla speranza di un cambiamento.
Versi che fanno tanto riflettere.
Bravissima come sempre.
Un caro saluto Antonietta
Antonietta Angela Bianco BGrZv*
# Antonietta Angela Bianco BGrZv* 28-08-2021 15:46
Grazie per i vostri commenti Vincenzo e Veronica :-) :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.