C'era una volta un pallone,
calciato contro i muri a ripetizione,
arancione e nero il suo colore,
a prima vista è stato amore.

Pomeriggi interi nel cortile sotto casa,
l'erba del giardino al suolo rasa,
quando non si badava alla sporcizia,
e la porta con due bidoni di immondizia.

Tornei improvvisati senza tempo tener conto,
che spesso andavano avanti fino al tramonto,
lui era il nostro compagno di gioco,
teneva tutti uniti e costava poco.

Oggi le strade sono vuote,
tutto questo la coscienza scuote,
in ricordo di quella strada polverosa,
dove i sogni di un bambino trovavan posa.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Stornello Meneghino  

Questo autore ha pubblicato 258 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Simone
# Simone 03-07-2021 06:01
Il magico Super Santis che se ricordo andava sempre per conto suo
bella e nostalgica
Un saluto

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.