Ho visto Dio fiorire
all'alba
tra le braccia del Rosmarino,
in petali viola.
E al tramonto sfuggire,
reclinare il capolino,
deporre nel sonno la corona
della Calendula selvatica.

Ho visto Dio sbocciare
al bacio intenso di un'ape.
Sulla chioma di un prato incolto,
lungo il tragitto di un muretto.
Trasformarsi in desiderio
-nel momento in cui il Tarassaco-
finí i suoi giorni
e diventò Soffione.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Syrio  

Questo autore ha pubblicato 24 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Ealain
+1 # Ealain 05-05-2021 17:35
Bellissima, davvero. Da un gran senso di pace e amore per la natura e Dio... Sembra ispirata al romanticismo :)
Syrio
# Syrio 05-05-2021 21:20
Grazie di cuore! Io non so se Dio esiste, ma so che esiste la Natura. E con lei, e per lei prego.
Grazia Savonelli
# Grazia Savonelli 06-05-2021 07:27
Bella ed intensa, elogio alla natura.
Syrio
# Syrio 07-05-2021 00:07
Grazie mille! :)
Fone
# Fone 17-05-2022 12:27
Un Dio che ci ama come fossimo i suoi fiori preziosi dell'orto che quindi diventa simile al quel savio che cura lo studio ed il suo orto e null'altro abbisogna. Un Dio gentile e splendido che ci piace una poesia straordinaria

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.