Dov’è che siete andati
miei rami senza forma
e fiori imbastarditi
da inverni pingui.
Non avevo anni non cadenze
e vi chiamavo bambini nell’utero
procarioti di lago promiscuo
sbarrato alla luce, un che di bozza.
Come fosse domani l’indizio
frugo gli specchi, i corpi assenti
ancora succhiano sostanza
da buchi neri. Li tocco invisibili,
si rompono in una matrioska
ch’è meglio lasciare composta
come un fatto privato
cupezza in gola. Sparpagliare
la propria natura, ch’è meglio.






1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Rita Stanzione*   Sostenitrice del Club Poetico dal 18-07-2015

Questo autore ha pubblicato 746 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Fone
# Fone 21-03-2021 20:51
Un tratto di angoscia, sembra che si parli di una nascita mancata che lascia qualcosa che faticosamente si prova a definire ... quei procarioti nell'acqua promiscua del lago... sembra come se fosse l'acqua alla fine la sorgente tanto necessaria per quei rami e per quei fiori affaticati da tanto duro inverno nonostante il marzo stia già concludendo. Acqua che sola da Quel gran costato del crocifisso sembra richiamare ad una redenzione, checche dico!? Alla fine questa "angoscia" fa dire di dare la propria natura in giro, sparpagliandola così da essere. attraverso il gran mezzo della poesia, meno privata ma/però migliore!
Rita Stanzione*
# Rita Stanzione* 23-03-2021 22:28
A ciò che si poteva fare e non si è fatto, e torna ...e riflette un mondo. Lì si può entrare, in qualche modo.
Un saluto e grazie per l'accurata/acco rata lettura
Rita

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.