Dialetto reggino

 

Sta luna

 

Mentri mi vardu i ricordi,

stenta, sta luna, a farsi virìri

pu schiantu d’esseri indiscreta.

E pinzàri chi mi firriinu pa testa

certi siri cha idda mi raccumandavu

quandu cuntavu i sòi riflessi

nta nu mari chinu chinu i sugni…

********************************************************************

 Traduzione italiana

 

Questa luna

 

Mentre ai ricordi volgo lo sguardo,

stenta, questa luna, a mostrarsi

quasi avesse paura d’essere indiscreta.

E pensare che mi tornano in mente

certe sere che a lei mi consegnavo,

quando contavo i suoi riflessi

in un mare stracolmo di sogni…

 

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aurelio Zucchi*   Sostenitore del Club Poetico dal 04-03-2020

Questo autore ha pubblicato 428 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Ambra PILTI
+1 # Ambra PILTI 06-11-2020 20:30
Semplicemente garbata nel suo insieme così delicata come può essere la luna che spesso ci accompagna nelle notti insonne e ci aiuta si a sognare, il suo effetto su di me.
Un caro saluto Aurelio.
Giò
+1 # Giò 07-11-2020 21:13
Bellissima! Il dialetto, poi, la rende unica.
Parlo, ovviamente, per i dialetti in genere che sono radice e forza della nostra esistenza. Coltiviamoli.
Ciao...^.^

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.