Trapiantai un giovane glicine
l’unico che ebbe il coraggio di metter radici
Il suo tronco sembrava robusto
il portamento quasi regale
Scelsi una zolla studiata
giusta giusta per una florida crescita
Lo guardai ogni giorno con amore
lo curai annaffiandolo, cibandolo del sole giusto
dandogli un'unica giusta direzione
Impiantai dei tralicci per sostenerlo
direzionandolo per benino senza recargli ferite
La prima fioritura fu meravigliosa
una cascata di grappoli di un colore acceso
era pieno, pieno... pieno di vita
Oh quanto eri bello e forte
tutti si fermavano incantati a guardarti
e i complimenti regalati
furono tanti…belli e meravigliati
Si, eri proprio bello, bello e gioioso
Poi, non so cosa successe, non so cosa fu
Non furono le intemperie e neppure le poche cure
fu, credo, una tua voluta direzione
sbagliata per il mondo, ma per te…era la direzione giusta
T’inoltrasti in un mondo buio
dove il sole era sempre tenebra, dove l’acqua sapeva d’amaro
e dove i complimenti furono sputi di brutte e aggressive bestemmie
Eppure, ripensandoci
non mi sembra d’aver sbagliato
nella tua crescita e nel mio amor spontaneo
E allora, di chi fu lo sbaglio?
Chi fu il responsabile di questa morte?
A me rimane solo il dolore
A te più nulla

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Ambra PILTI  

Questo autore ha pubblicato 215 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Ambra PILTI
+1 # Ambra PILTI 24-12-2012 11:47
A te che passi di qua
A te che scorri le pagine
A te che del natale non te ne frega nulla
A te che del natale hai delle aspettative
A te che raccogli in questo giorno gli affetti
A te....a te....BUONE FESTE....o almeno CHE SIANO GIORNI SERENI DI RIPOSO E DI CALORE DI CASA
AUGURI!
Alberto Automa*
+2 # Alberto Automa* 24-12-2012 13:29
...forse un po' lunga -secondo i miei tempi- ma ne vale la pena...finale desolé e fascinoso...bra vissima :-)
Ambra PILTI
+1 # Ambra PILTI 24-12-2012 14:16
Grazie Aberto...buone feste!
Brigida Liparoti
+2 # Brigida Liparoti 24-12-2012 20:39
La metafora della madre terra e del figlio albero... il male non ha un perché, ma l'errore è sempre una scelta, a nostra discolpa però, si può dire che questa scelta non sempre è consapevole! Che sia la fine di una vita, che sia la morte di un rapporto, ogni fine ha come perdenti tutti i protagonisti della storia...
Molto bella questa poesia! Complimenti!
Ambra PILTI
+1 # Ambra PILTI 24-12-2012 22:09
Si.....non c'è mai nessun vincitore!
Grazie Brigida e ancora auguri!
Brigida Liparoti
+2 # Brigida Liparoti 24-12-2012 20:39
...e tantissimi AUGURIIIIIIIIII IIIIIIIII
Ambra PILTI
+1 # Ambra PILTI 24-12-2012 20:55
Auguri anche a te Brigida!!!
Cristina Biga
+1 # Cristina Biga 25-12-2012 07:37
Le scelte di vita che siano fatte nel modo giusto o sbagliato non hanno un perchè specifico .... a volte sono le circostanze, a volte scelte obbligate che la vita ci pone di fronte anche se non vogliamo .... se un figlio sceglie una strada buia non sempre ricade su noi genitori la colpa, si fa di tutto e di più con amore per crescere gli alberi che piantiamo belli e rigogliosi, ma poi bisogna lasciarli andare è un rischio ma è la vita .... splendida poesia profonda fa riflettere molto e tu cara Ambra sei una donna speciale ..... auguri ed un grande abbraccio .... :-)
Ambra PILTI
+1 # Ambra PILTI 25-12-2012 10:06
Buon Natale Cristina.
Le tue considerazioni sono giuste e vere ma, è anche vero che il genitore si domanda sempre di chi è la colpa...come cercare di alleggerire il dolore...oppure se ne fa una colpa ricercando la motivazione, ma questo non cambia nulla. Il dolore verso un figlio è troppo grande come è troppo grande il dolore per la morte di un figlio.
Un abbraccio a te e famiglia, che possiate passare queste giornate di festa con il calore che solo l'amore può dare.
Cristina Biga
+1 # Cristina Biga 26-12-2012 06:58
Accettare la morte di un figlio penso sia impossibiliìe, deve essere un dolore che non si può descrivere, io prego sempre il Signore che non debba affrontare questa prova preferirei morire mille volte io .... ti sono vicina un abbraccio ...
Ambra PILTI
# Ambra PILTI 29-12-2012 17:09
E' un dolore disumano Cristina, ma non so se è più doloroso perdere un figlio con la sua morte...o è più doloroso la morte interiore verso un figlio...non so...è cmq tutto disumano...ma questa è anche la vita.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.