È solo che
in questi giorni privi di senso
il cielo è così vuoto che posso
specchiarmici, fa un male immenso. 

Cantano gli uccelli e ridono
i bambini, riesci a sentirli?
C'è un sole da bruciare i fiori
ma, anche così, non riesco a scaldarmi.

È solo che
quando arriva la notte, là fuori,
ripenso a tutte quelle passate
nella tua auto, ubriachi, 
a sparare un mucchio di cazzate. 


Perché non mi servono a niente
le canzoni, la birra, le maschere,
perché quella sera ci annegai 
nella tua auto, ubriaco.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Lars  

Questo autore ha pubblicato 2 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Jean-Jacques
# Jean-Jacques 04-07-2024 16:12
Grandissima, adoro queste poesie-cazzotto . Ultimi quattro versi esaltanti. Un saluto.
Lars
+1 # Lars 04-07-2024 17:03
Non sai quanto le tue parole mi riempiano di gioia, grazie infinite!
Tea
# Tea 07-07-2024 11:09
Ciao, è piaciuta anche a me, amo il genere e la tua fin dal titolo... Il sole che brucia anche i fiori...
Lars
# Lars 07-07-2024 11:41
Grazie infinite carissima!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.