Quasi ogni domenica
sera prima della fine
del weekend tolgo
e aggiungo alla lista
quelle cose da fare
prima di dover morire.
A un certo punto
erano settantacinque
fino a restarne diciannove,
e ammesso che io sappia
ancora far di conto, dopo
la spunta questo fine
settimana rimani solo tu.
Tu di cui non so neppure
pronunciare il nome…
il vento tra la meliga nella
luce autunnale porterebbe
i fiori gialli fin sulla costa
dove le stelle marine
chiacchierone lo direbbero
al cembro che a sera ti parla
dalla finestra del giardino.
La sola cosa che mi manca
è fare l’amore con te ogni
volta prima di sognare,
con le tue mani sul mio
petto a mescolar emozioni.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 553 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Antonio Girardi
# Antonio Girardi 20-03-2021 14:40
Sai una cosa: le tue poesie dicono veramente tanto.
MastroPoeta
# MastroPoeta 21-03-2021 07:06
Grazie poeta
Giò*
# Giò* 20-03-2021 18:16
E' un dirsi dolce le cose che mancano al cuore restato fermo all'amore di sempre.
Teneri pensieri annodati dalla malinconia.
Bravissimo! Ciao...^.^
MastroPoeta
# MastroPoeta 21-03-2021 07:07
Grazie di cuore per le tue belle parole ai miei testi

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.