Fragilità 
ti attacchi alle pareti 
come la nebbia 
e rendi le notti insonni .


Non hai casa 
ma vivi accanto ad un letto bianco 
e un soffitto confuso 
annaspando 
l'odore forte antisettico 
e l'aria di alberi inermi

passi e rumori di ruote 
e pesanti lamenti e occhi tristi 
e soli.

Conservo
l'immagine tua 
distante da me 
e prego.

Attraverso i tuoi occhi 
tutto è stato!

Ora è l'invisibile
quello che vedo 
e il vento spezza la notte .


                                                  A mio padre <3

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 823 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 10-11-2017 07:46
Introspezione molto sentita, la lontananza è l'amore verso persone care ci fa soffrire sempre di più, complimenti ciao.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.