Sorgi primavera splendente
virente delle grandi chiome
sei un dono prezioso: stome
sboccian dai cardi pampini bei

e del tempo estivo preannunci
il grigio lontano dell'inverno
per chi ne aspetta un altra: un terno
di colori e gioie di rose e miserere mei

Il primaveril fuoco e la canzone
bel sentire e la canzone del maggio
canta la primavera il gran saggio
tu viril donna procace e saggia sei

tempo d'inverno lasci incerto
ed augellin ti suonan a festa
corri veloce natura si lesta
dona amor e pace a lei
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Fone  

Questo autore ha pubblicato 160 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Ibla
# Ibla 18-03-2023 20:35
Che bella! Dal sapore di altri tempi.
Un saluto da Ibla.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.