Scendono silenziose spesso non vogliono

farsi notare diffidano degli occhi

che portano a giudizi indiscreti

arrivano all’improvviso oppure

maturano pendendo dall’albero dell’esistenza

nell’attesa di farsi cogliere come frutti

da un viso fermo ma gentile

la loro genuinità non verrà barattata

al mercato dei buoni sentimenti

sono perle preziose non tutti se le possono

permettere senza pagare un prezzo

liberandosi dalle catene di un’innaturale

obbedienza all’insensibile follia

di un ingranaggio meccanico

il cui linguaggio non sa neanche

capire il significato di una parola

cara alle lacrime: pudore.   

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Enrico Barigazzi  

Questo autore ha pubblicato 146 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Fone
# Fone 21-06-2022 13:14
Il pudore non c'è più. Questa sacrosanto. Non riconosci più nemmeno se qualcuno è uomo o donna... che società di lacrima, hai scritto bene
Catilina
# Catilina 23-06-2022 12:39
A me, francamente, il messaggio sembra opposto, Del resto, le lacrime non hanno sesso...

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.